Turismo e cenni storici - :: COMUNE DI LUZZARA ::

Turismo e cenni storici - :: COMUNE DI LUZZARA ::

Turismo e cenni storici


Visualizzazione ingrandita della mappa

 

Luzzara, situata in un' area geografica equidistante tra Mantova, Reggio Emilia e Parma, propone un suggestivo paesaggio tipicamente padano. Situata all' estremo confine settentrionale della Provincia di Reggio Emilia, dove la bassa reggiana si confonde con l' oltrepo mantovano, da sempre indissolubilmente legata al carattere e ai destini del fiume Po.

Meta ideale per un turismo consapevole non solo per gli scenari naturalistici ma anche per i suoi prodotti genuini (il Lambrusco e il Parmigiano Reggiano, per esempio), con una cucina che fa perno sui sapori tipici dei cappelletti, dei tortelli di zucca, dei salumi, dei piatti di pesce di fiume.

Grazie all' opera del suo figlio più illustre, Cesare Zavattini , Luzzara, le campagne circostanti, il mondo del fiume,  sono andati ben al di la' di precisi limiti geografici e sono diventati luogo dello spirito, da scoprire a piedi, in mountain bike, a cavallo, in canoa.

 

Accanto al centro storico di Luzzara, con i suoi portici antichi e la sua alta e massiccia Torre (la piu' alta della provincia sottolineano fieramente i luzzaresi), si sono conservati la rete delle bonifiche e delle valli, ma soprattutto il Po e la golena. Qui, tra pioppi e betulle, o direttamente sulle sponde del fiume, i casotti sbucano tra il verde, spesso issati su palafitte e circondati da orti, alberi di mele cotogne, prugne e noci.

Di notevole interesse il recupero dell' ex Cava Luccio, il laghetto artificiale derivante da una cava per l' estrazione dell' argilla, e dell?area circostante, con la creazione di percorsi pedonali e didattici per le scuole.

All' interno dell' area naturale del fiume Po, in un magnifico bosco di querce secolari, si trova il "River Park ". L' ambiente che lo circonda si distingue per la tranquillita' , gli spazi verdi e l' aria incontaminata, fuori dal contesto urbano.
Adatto sia a grandi che a piccoli, il parco dispone di percorsi di diverso grado di difficolta', realizzati in tutta sicurezza e nel completo rispetto della natura. All' interno del parco sono presenti panchine e tavoli da pic-nic per pranzi al sacco. Nell' area adiacente  presente, sulle rive del fiume del Po, un chiosco-bar, dove è possibile mangiare hamburger, panini, insalatone e grigliate, con musica dal vivo nei weekend.

 

Percorsi cicloturistici in golena - La nostra golena e' inserita nei principali percorsi cicloturistici dell' Emilia e della Lombardia, che permettono di visitare piccoli e grandi centri ricchi di elementi storici e culturali, con una tradizione culinaria invidiabile. Luzzara si collega agevolmente alle ciclovie parmensi, a Mantova e al Lago di Garda. E' inserita in percorsi piu' brevi ma ugualmente importanti e suggestivi, come quello che da Brescello va a Suzzara (passando da Gualtieri, Guastalla, Luzzara), il giro dei tre Ponti (Borgoforte, Correggioverde, Luzzara, Suzzara) e quello che da Luzzara va alla foce del Secchia (Motteggiana, Bagnolo San Vito, San Benedetto Po).
E' disponibile "Terre di Po e dei Gonzaga in bici": una app con nove percorsi cicloturistici differenti, che collegano tutti i comuni della Bassa Reggiana, su App Store  ( per iPhone) e su Google Play  (per Android).

 

bikes ridotto

(foto di Mattia Freddi)

 

 

Centro Equestre Fogarino  - Si trova nell' ampia golena luzzarese, una delle piu' belle aree del medio corso del Po, in un ambiente ancora ricco di natura e di tranquillita'. Al C.E. Fogarino si possono imparare le basi dell'equitazione di campagna, oppure dedicarsi a escursioni tra argini, pioppeti, spiagge e boschi. A poca distanza dal centro, sono presenti ristoranti per una piacevole pausa, cosi' come strutture per il pernottamento, sempre senza uscire dalla golena del Grande Fiume.
Centro Equestre Fogarino, Via Fogarino Martinelli 6, 42045 Luzzara - tel. 348 4148862

 

Luzzara e la fotografia - Il nome di Luzzara è inscindibilmente legato alla storia della fotografia grazie  al libro Un Paese  (1955) di Paul Strand, grande maestro della fotografia mondiale, con testi di Cesare Zavattini. Questo riconosciuto capolavoro inaugura una storia per immagini che ha contribuito a fare di Luzzara uno dei maggiori capitoli della fotografia di narrazione di luoghi. Tra le altre grandi personalita' del mondo fotografico che hanno ritratto il  paese: Gianni Berengo Gardin (Un paese vent'anni dopo), Olivo Barbieri, Stephen Shore (Luzzara, laboratorio n. 6), Luigi Ghirri e Paolo Costantini che collaborano alla pubblicazione delle fotografie di Hazel Kingsbury Strand; e ancora Marcello Grassi e Fabrizio Orsi (Luzzara. Cinquant'anni e piu'), fino a giungere a Vittore Fossati (10 fotografie a Luzzara) e a Galileo Rocca (Trasformazioni. Il tempo sospeso).
Itinerari fotografici 
Patrimonio fotografico

Museo Nazionale delle Arti Naives  - Il Museo Nazionale delle Arti Naives "Cesare Zavattini" ha la sua sede nel quattrocentesco Convento degli Agostiniani, situato presso la chiesa dell' Annunziata. La storia dell' edificio si intreccia con la nascita della piccola signoria autonoma di Luzzara e con il suo primo signore Rodolfo Gonzaga. Riedificato piuì volte, poiche' terremoti e conflitti ne intaccarono la costruzione, dal secolo scorso fu utilizzato come ospedale. Cessato l' uso ospedaliero, l' antico edificio è stato convertito dal Comune di Luzzara in sede espositiva.

Il Premio Nazionale dei Naifs, ideato da Cesare Zavattini nel 1967, anticipa di un anno la costituzione del Museo, l' unico dedicato all'arte naive in Italia.
Oggi, accanto alle attivita ' connesse al naifismo, la sede espositiva promuove numerose iniziative che comprendono importanti mostre di fotografia, iniziative didattiche e laboratoriali, studi sulla storia locale, eventi culturali qualificati. L'edificio e' al momento inagibile a causa del sisma del 2012.

Patrimonio Naïf del Museo


Luzzaresi illustri

Cesare Zavattini  (Luzzara, 1902 - Roma, 1989)  una delle figure piu' significative del secolo scorso: è stato scrittore, giornalista, direttore editoriale, soggettista e sceneggiatore, pittore. Protagonista e ideatore della grande stagione del neorealismo italiano, ha contribuito attivamente al cambiamento del cinema e del mondo attraverso idee, progetti e iniziative di risonanza mondiale. Straordinario protagonista della cultura italiana e internazionale, con impegno infaticabile ha promosso innumerevoli iniziative e con altrettanto sforzo civile si e' battuto in molteplici cause, sia culturali che ideali, di democrazia e di liberta'.
Fondo Cesare Zavattini
Tra le altre figure luzzaresi di caratura nazionale ed internazionale ricordiamo inoltre lo scenografo e costumista Danilo Donati (1926-2001), gli artisti Pompilio Mandelli (1912-2006) e Claudio Parmiggiani (1943).

 

Cenni storici
Luzzara e' una delle localita' piu' antiche di tutto il reggiano, tra le piu' ricche di reperti archeologici portati alla luce e che attestano le origini antichissime, risalenti addirittura ai palafitticoli. Gia' terra di lunghi contrasti tra Reggio e Mantova, un esempio dei mutamenti di signorie del periodo medievale, cosi' ricco di vitalita' politica per tutto il territorio padano. Fortificata e arricchita durante il periodo della signoria dei Gonzaga, dalla sua pianta topografica - sostanzialmente immutata da quel periodo di massimo splendore per la sua storia - si possono ancora leggere con distinzione le piazze, i palazzi del potere e gli edifici religiosi, cosi'come furono concepiti nel '400. Nel 1350, da ricordare, il paese ospita Francesco Petrarca. L'episodio piu' saliente della storia del paese si ha il 15 agosto del 1702, la celebre "Battaglia di Luzzara", quando si combatte sul suo territorio una violentissima battaglia nell'ambito della guerra di Secessione Spagnola.
L' evento  porta alla scomparsa dei  più insigni monumenti e di quelle istituzioni, gia' in lento ma inesorabile declino per la rapida estinzione della dinastia gonzaghesca, che erano già state un vanto per il piccolo centro padano.

- La Luzzara del 1599  , di Mirko Anselmi e Lorenzo Davoli ( dal notiziario comunale di dicembre 2010)

- Il Teatro, sul filo della memoria , di Tullio Losi ( dal notiziario comunale di dicembre 2009 )

- Luzzara Gonzaghesca , dispensa a cura di Mirko Anselmi

- Un Po controcorrente , ricerca del Circolo Torre sulle trasformazioni del territorio luzzarese dal IX° al XIX° secolo

 

modello

Modello di Luzzara nel XV secolo ( progetto di Stefano Mora - dal notiziario comunale di ottobre 2013)

 

Feste e sagre

 

PRIMAVERA

Gustosamente

Evento dedicato ai sapori del territorio

 

LUGLIO - secondo fine settimana

Fiera di Luglio

Nelle vie del centro spettacoli, bancarelle di hobbistica e artigianato, prodotti di gastronomia locale ed eventi. Da qualche anno il primo venerdi' della fiera si svolge la "Luccio Nait", la notte bianca dei giovani di Luzzara.

 

DICEMBRE - prima domenica del mese

Sotto il segno del Natale

Mercatino di Natale, con attrazioni e spettacoli per tutte le eta'. 

 

Per conoscere meglio Luzzara:
Scarica il depliant turistico di Luzzara 
Punti di interesse
Itinerari fotografici

 

Il Teatro Sociale di Luzzara su Facebook

Un paese, blog curato da Paolo Losi

 

 

Dove dormire, mangiare, acquistare prodotti tipici

 

Dolci della tradizione culinaria locale

 

 

Sito turistico ufficiale della Provincia di Reggio Emilia


IAT Reggio Emilia


Biennale del paesaggio

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (16384 valutazioni)